massimo di cataldo

Giovedì, 22 Maggio 2014 13:06

Integratori di aminoacidi, cosa sono e a cosa servono

Scritto da 

Scegliere di potenziare la propria muscolatura attraverso l’esercizio è fondamentale: ma quando il corpo si allena è necessario sostenerlo assumendo la giusta quantità di sostanze fondamentali. Un aiuto importante può venire dall’arricchire l’alimentazione con i giusti integratori, ad esempio di aminoacidi.

Ma cosa sono e come funzionano nello specifico gli integratori di aminoacidi? Si tratta del materiale base di cui sono fatte le proteine: quando gli amminoacidi si uniscono grazie ad un legame chimico che si chiama peptidico, nascono appunto le proteine. Non appena noi li assumiamo, grazie alla digestione spezziamo questi legami, le proteine si trasformano nuovamente in amminoacidi e vengono assorbiti dal nostro corpo.

I compiti svolti dagli amminoacidi sono molteplici, ma il più importante è senza dubbio quello di partecipare alla sintesi proteica, il processo biochimico attraverso cui le informazioni contenute nell’RNA messaggero si convertono in proteine…che non sono altro che il materiale di cui sono fatti i nostri muscoli! È importante ricordare anche un’altra funzione degli amminoacidi, cioè sono fonte di energia per il corpo.

Quando si fa sport in maniera agonistica o quando ci si sottopone ad allenamenti impegnativi, può essere quindi importante sostenere i nostri muscoli con degli integratori di amminoacidi.  Infatti quelli presenti nell’organismo sono stati utilizzati per produrre energia.

Il loro "funzionamento"

Cosa succede una volta che li abbiamo assunti? Sono immediatamente efficienti, senza bisogno di essere digeriti: infatti essendo amminoacidi il legame peptidico non va spezzato. Vengono metabolizzati al 100% e non fermentano. Andrebbero usati nelle 24/48 ore successive all’attività fisica, perché la proteolisi, cioè il processo di degradazione delle proteine dell’organismo non termina quando finisce lo sforzo, ma continua anche nelle ore successive. Si può optare anche per un’assunzione pre-allenamento, comunque efficace. Questo semplifica il lavoro del corpo e in particolar modo dello stomaco, rispetto al fatto di assumere proteine prima o dopo per ripianare le riserve consumate. In entrambi i casi il surplus di lavoro concentrerebbe il sangue nello stomaco, distogliendolo dai muscoli e limitando il risultato prima e affaticando il corpo dopo la prestazione atletica.

Assumere amminoacidi può rivelarsi quindi un reale e importante aiuto per gli atleti, soprattutto se prevedono di affrontare uno sforzo prolungato e intenso.

Letto 2584 volte Ultima modifica il Giovedì, 22 Maggio 2014 13:16