massimo di cataldo

Giovedì, 22 Maggio 2014 00:20

Perizia per l'anatocismo sui mutui, tutelarsi contro gli errori bancari

Scritto da 

La perizia per l'anatocismo sui mutui è una forma di tutela dai cosiddetti tassi usurai praticati dalle banche. La maggior parte dei mutui stipulati in Italia, sia a tasso variabile che a tasso fisso, prevedono una rata a scadenza, in cui viene compresa una parte del capitale e una quota interessi calcolati sul debito residuo, naturalmente al tasso concordato nel contratto, che costituisce la Tan. La divisione delle quote nella rata comporta la cosiddetta "costante", che distribuisce una serie di quote capitali crescenti e di quote interessi decrescenti, dando vita a quella che viene chiamata la capitalizzazione degli interessi, chiamati per questo interessi anatocistici. La sentenza di Bari del 2008 ha ritenuto illegali la corrispondenza di interessi maggiori derivata da un tasso effettivo superiore a quello concordato, e sono numerose le richieste di perizie sui mutui da parte dei clienti che vogliono controllare gli interessi corrisposti dalla banca.

Come effettuare una perizia e verificare l'anatocismo mutui

Per eseguire una perizia e verificare l'effettivo caso di anatocismo sui mutui bisogna ricorrere ad un revisore contabile, che esaminerà la pratica con attenzione. Prima di tutto si dovrà richiedere alla banca tutta la documentazione relativa al conto corrente su cui si vuole intervenire, documentazione che la banca è obbligata a fornire. Poi, trami accurato degli estratti conti il revisore contabile sarà in grado di risalire al conteggio esatto degli interessi, e individuare ogni quanto viene effettuata la capitalizzazione degli interessi passivi e quelli attivi. Bisogna tenere conto che il revisore contabile potrà intervenire se il conto è stato chiuso meno di 10 anni fa, ma è possibile calcolare gli interessi anatocistici sui conti correnti aperti a partire dal 1952.

Quando conviene citare la banca

E' sempre opportuno calcolare bene le cifre del rimborso degli interessi anatocistici prima di richiederli alla banca. Se la somma è consistente, allora è conveniente chiederli, ma se il saldo dell'anatocismo è irrisorio è sconsigliato vivamente di citare la banca. Invece, per proteggersi dagli errori bancari, è sempre meglio richiedere l'intervento di un commercialista che segua la stipula del mutuo, per evitare errori bancari spesso occulti.

Letto 2135 volte